Un po’ di storia sconosciuta dello sci roccolano, addirittura il salto

Trampolino anni '20

 

Il trampolino di salto fu costruito verso la metà degli anni ’20 (foto di copertina), in ossequio al modo di pensare degli sciatori di allora: “Non sei un bravo sciatore se non sai saltare”. E siccome i primi sciatori che si cimentarono sulle nevi di Roccaraso dopo il Convegno invernale dello sci del 1910, e l’interruzione della 1^ Guerra Mondiale, furono alcuni facoltosi personaggi romani capitanati dal Duca Carlo Caffarelli. Questi finanziarono il loro sci club e il Comune di Roccaraso mise a disposizione una parte della montagna che sovrastava il paese.

dal libro: Farinosa centimetri sessanta.

di Giuseppe Sabelli Fioretti

            “…Roccaraso cambia volto. Il trampolino Roma ha un nuovo aspetto; è stato completamente rifatto dalle fondamenta.

            Il rifacimento del trampolino va illustrato per esteso, data la sua importanza tecnica. Si ricorderà che il trampolino, di cui è proprietario il Circolo Sci Roma, consentiva sin qui massimi salti intorno ai trentacinque metri, distanza troppo esigua, al giorno d’oggi, per un trampolino che si rispetti.

Ed allora il Podestà di Roccaraso, lo Sci Roma, l’Azienda Autonoma di Cura e gli albergatori locali si sono, grazie al cielo, messi d’accordo; e con una spesa che non è affatto indifferente, poiché si aggira intorno alle diciottomila lire, il trampolino Roma è stato letteralmente sventrato a forza di mine e rifatto di bel nuovo, secondo le direttive di Per Kjellberg, l’allenatore federale, che è stato lungo tempo espressamente sul posto.

I lavori sono stati condotti con lena; essi hanno avuto inizio il 20 ottobre ed hanno visto all’opera dapprima quindici operai, in seguito quaranta. La pista di lancio è ora assai più ripida, più largo il ginocchio. La larghezza del trampolino è di tre metri sulla pista di lancio, quattro sul dente, otto al ginocchio e venti sulla base d’arrivo. Questa si rialza dolcemente verso la strada del Vallone di San Rocco, fermandosi innanzi a tribune che verranno erette prossimamente.

A conclusione di tante fatiche si ha che, da oggi in poi, la media dei salti effettuabili sul trampolino Roma è di circa 45-50 metri: quanto dire che saltatori di classe internazionale dovrebbero avere la possibilità di giungere sui sessanta.”

(Il grande ristrutturato e quello piccolo scuola e per gare dei ragazzi)

Aggiungi un commento

"Nella vita non contano i passi che fai, ne le scarpe che usi, ma le impronte che lasci."

ROCCARASO KAPUTT!

Puoi scaricarlo QUI (32Mb)

© 2013 RoccarasoZoom
Di Ugo Del Castello
Realizzazione Siti: Onesa Srl
Privacy Policy

Nuovo Sito Roccaraso - Altopianimaggiori.com