Pulsatille d’argento: una novità Coccopalmeri

005

Sulla cima delle montagne che circondano l’Aremogna il mese di maggio è un mese particolare: l’ultima neve si scioglie definitivamente sotto l’azione dei raggi del sole sempre più a picco e dell’alito del vento che diventa morbido e insistente. Ma dove la neve non c’è più, sulle zolle di terra che punticchiano le grigie  pietraie, incominciano a ondeggiare, a pulsare, facendo bella mostra di se, le Pulsatille. E’ uno spettacolo della natura che affascina l’escursionista giunto lassù per rinfrancare lo spirito montanaro.

Però quest’anno, nello stesso periodo anche al centro di Roccaraso sta accadendo qualcosa di simile.

Nelle vitree teche del piccolo laboratorio orafo di Coccopalmeri c’è una fioritura in atto; quest’anno è l’argento a farla da padrone per rappresentare, in maniera mirabile, all’occhio del meno intraprendente camminatore, lo stesso spettacolo che avviene in altura. Come quelle di lassù, le Pulsatille di quaggiù sono di varie dimensioni e rappresentano un bel gioiello: quella sbocciata da un po’, con i petali più grandi, è più vanitosa delle altre, si mostra come un grazioso ciondolo, pronta a ondeggiare al primo caldo su un bel petto femminile; quella un po’ più giovane e più piccola rivela quasi un senso di timidezza e se ne sta in disparte mostrando il suo fascino signorile, pronta per un petto meno evidente o per orecchie intriganti; poi c’è la più piccola, impertinente, sbarazzina, che mostra tutta la sua energia e vitalità, tipica di chi vuole crescere al più presto e la vedi adornata con fili di tanti colori, che addirittura si va a infilare tra quelle più grandi, ed è pronta a cingere i polsi giovanili, delle ragazze? Non solo, anche dei ragazzi, perché alla loro età queste caratteristiche sono comuni alle une e agli altri.

Insomma, l’ingegnoso orafo questa primavera ha voluto sfidare ancora una volta la natura, prima con l’oro, adesso con l’argento. E questa volta le sembianze floreali, per via dei petali pieni e striati come quelli delle Pulsatille più belle, sono più marcate. Il fiore prezioso ti confonde lo sguardo e ti spinge a salire lassù, per ammirare quello vero, che si mostra in tutto il suo candido splendore, che ondeggia e pulsa all’alito del morbido vento.

 

"Nella vita non contano i passi che fai, ne le scarpe che usi, ma le impronte che lasci."

ROCCARASO KAPUTT!

Puoi scaricarlo QUI (32Mb)

© 2013 RoccarasoZoom
Di Ugo Del Castello
Realizzazione Siti: Onesa Srl
Privacy Policy

Nuovo Sito Roccaraso - Altopianimaggiori.com